TSAATAN, GLI UOMINI RENNA DELLA MONGOLIA

da giugno a settembre

10 giorni

Una incredibile spedizione alla scoperta di questa etnia nomade, che da centinaia di anni vive nei più remoti angoli della Taiga, al confine con la Siberia. Gli Tsaatan, anche conosciuti come “uomini renna”, sono nomadi che vivono in simbiosi con le proprie renne, la loro carne ed il loro latte sono gli unici alimenti di tutto il popolo, e la loro pelle è utilizzata per le calzature e per le tende. La renna per gli Tsaatan è sacra: quella più vecchia viene eletta spirito-guida ed è ornata con nastri colorati.

Vivono come una grande famiglia ai confini dell’impossibile, condividendo affetti, beni materiali e cibo. Sono molto legati ai riti sciamanici e, anche quando lo sciamano muore, continuano a chiedere riti presso le sue spoglie nascoste nella taiga. Raggiungerli sarà impegnativo e ci vorranno diverse ore di fuoristrada e di cavallo, ma una volta arrivati tutta la fatica sarà subito dimenticata. Dormiremo nelle loro tende, parteciperemo alle loro attività quotidiane e faremo bellissime escursioni nei dintorni. Un’occasione unica per osservare questa popolazione incredibile, che purtroppo sta sempre più diminuendo.

In questo luogo, nel bel mezzo della foresta boreale, mentre fotografavo nel cuore della notte milioni di stelle ed una via lattea perfettamente visibile ad occhio nudo, mi sono sentito realmente fuori dal tempo e lontano da tutto e da tutti, una sensazione di isolamento provata pochissime altre volte! Sarà anche per voi un’esperienza unica ed indimenticabile, ne sono certo!

Itinerario:

giorno1– Volo internazionale per Ulan Bator, pernottamento a bordo.

giorno2– Arrivo all’aeroporto di UB. Trasferimento in hotel, visita alla città, cena e pernottamento.

giorno3– Volo interno per Moron, trasferimento in guesthouse, visita al “Deer stone”, un complesso di megaliti risalenti all’era del bronzo, il cui nome deriva dal fatto che sulla loro superficie sono stati scolpiti dei cervi volanti. Visita della città , cena e pernottamento.

giorno 4– Inizia il nostro lungo viaggio per raggiungere gli Tsaatan, ci aspetta un impegnativo trasferimento in fuoristrada (avremo la possibilità di effettuare pause per scattare fotografie, pranzare etc), dove inizieremo a capire quanto immenso sia questo territorio. Arrivo previsto al villaggio di Tsagan Nuur nel tardo pomeriggio, trasferimento in gueshouse. Tempo permettendo potremo fare una escursione sulle rive del bellissimo lago Khovsgol, per una sessione fotografica al tramonto. Cena e pernottamento.

giorno5– Dopo colazione, con un breve trasferimento raggiungeremo la nostra “horse guide” che ci accompagnerà durante questa lunga, ma affascinante, giornata a cavallo. Attraverseremo paludi e boschi dimenticati, guaderemo fiumi e ci inoltreremo sempre più nel cuore della foresta boreale. Grazie alla nostra esperta guida troveremo i passaggi più facili e sicuri per farci strada in questo ambiente così remoto ed ostile. Quando, ormai verso la fine della giornata, avvisteremo in lontananza le tende degli Tsaatan, un immenso brivido percorrerà la nostra schiena ed il cuore batterà forte! Prima sessione fotografica al tramonto!
Sistemazione nelle tende, cena e pernottamento.

giorno6– Giornata completa con gli Tsaatan, sessioni fotografiche no-stop dall’alba al tramonto, da non perdere le incredibili stellate notturne. Escursioni nei dintorni del campo ed osservazione delle attività quotidiane. I più avventurosi potranno persino provare a cavalcare una renna!

giorno7– Giornata completa con gli Tsaatan.

giorno8– Sessione fotografica all’alba, colazione e partenza con i nostri cavalli per ritornare al villaggio. Arrivo previsto in prima serata , trasferimento in guesthouse, cena e pernottamento.

giorno9– Trasferimento in fuoristrada per Ulan Bator, trasferimento in Hotel, cena e pernottamento.

giorno 10– Dopo colazione, trasferimento in aeroporto e volo internazionale per l’Italia.

Difficoltà viaggio: Difficile

E’ richiesto un forte spirito di adattamento ed una discreta forma fisica. Utile, ma non indispensabile, una minima esperienza di equitazione.

Materiale personale consigliato:

Sacco a pelo piccolo e leggero, utile un piccolo materassino gonfiabile o autogonfiante, giacca in goretex o simile, giacca in piumino o simile, scarpe da trekking in goretex o simili, pila frontale, powerbank e batterie di scorta, cappello, crema solare ed occhiali da sole, repellente per insetti, salviettine intime e disinfettanti, amuchina, fazzoletti di carta, medicine personali e kit di primo soccorso. Come bagaglio personale assolutamente consigliato un grosso zaino o simile, da mettere in una sacca protettiva (no trolley!), in quanto verrà poi trasportato dai cavalli. Consigliato uno zaino fotografico di dimensioni contenute per il trasporto dell’attrezzatura fotografica personale.